Togliere la cellulite col massaggio con coppettazione

coppettazione

La cellulite è uno dei principali nemici degli uomini e soprattutto delle donne. Si tratta di un inestetismo della pelle, che però può avere delle ripercussioni anche sulla salute per chi soffre di problemi cardio-vascolari o respiratori. Praticare costantemente sport, seguire una dieta equilibrata e condurre una vita sana sono requisiti essenziali per contrastare la cellulite. Esiste però un altro rimedio naturale per avere un corpo più tonico e privo di cellulite: il massaggio con coppettazione. Se sei un massaggiatore professionista, o vuoi diventarlo, ti consiglio di approfondire le tue conoscenze su questa particolare tecnica. Vuoi saperne di più? Allora continua a leggere per scoprire cos’è il massaggio con coppettazione nei seguenti paragrafi.

Cos’è il massaggio con coppettazione?

Il massaggio con coppettazione ha origini molto antiche, ed affonda le sue radici addirittura nel II sec. d.C. Questa tecnica, utilizzata prevalentemente nella medicina cinese, veniva utilizzata per riattivare i liquidi del corpo donando benessere ed energia. La coppettazione, chiamata anche cupping, agiva su determinati punti del corpo ristabilendo l’equilibrio e l’armonia degli organi interni e dei tessuti. Grazie ai suoi notevoli benefici, si è diffusa anche nella scuola occidentale di massaggi. Questa tipologia di manipolazione prevede l’utilizzo di piccole coppette, che possono essere di vetro, di bambù, di plastica o di ceramica. Fungono da ventosa, stimolando la circolazione sanguigna e linfatica in alcuni punti nevralgici del corpo. Vengono così eliminate tutte le tossine, regalando positività e benessere all’organismo.

Come funziona il massaggio con coppettazione: a caldo o a freddo?

Il massaggio con coppettazione prevede l’applicazione delle coppe su determinate zone del corpo. Il tempo del trattamento va da un minimo di 5 minuti, fino ad un massimo di 15-20 minuti. Le parti del corpo trattate devono essere prive di peli e di escoriazioni. Le coppe devono essere ferme sui punti trattati. In alternativa possono essere spostate su zone più estese con movimenti lenti e sinuosi.

Esistono due tipologie di coppettazione: a caldo o a freddo. Nel primo caso le coppette devono essere scaldate, così da aderire al corpo come ventose. All’interno della coppette deve essere inserita una piccola fiamma, in modo da bruciare l’ossigeno e creare vuoto all’interno. La coppetta, agendo da “sottovuoto”, aderisce perfettamente al corpo grazie all’effetto aspirante. In questa tecnica il calore è necessario per assicurare al corpo i benefici derivanti dalla coppettazione a caldo. La coppettazione a freddo rappresenta una variante moderna della coppettazione a caldo. In tal caso l’effetto ventosa viene garantito dalla presenza di apposite valvole. Si può regolare anche l’intensità dell’aspirazione, in base alle richieste ed alle esigenze. Puoi conoscere le modalità di esecuzione di entrambe le tecniche, seguendo un corso presso una scuola di massaggio professionale.

Quali sono i benefici della coppettazione?

La coppettazione è una tecnica molto diffusa nei centri estetici, nelle spa e nei centri benessere poiché è estremamente efficace nella lotta contro la cellulite. La manipolazione movimenta opportunamente i liquidi del corpo. Bisogna però avere una certa padronanza di questa tecnica, per applicare le coppette sulle parti giuste del corpo a seconda delle esigenze del cliente. Per questo motivo è importante specializzarsi in questa tipologia di massaggio, seguendo dei corsi presso scuole certificate di massaggio.

La coppettazione però non è efficace solo contro la cellulite. Garantisce infatti una sfilza di benefici molto interessanti per le più svariate problematiche. La coppettazione allevia i dolori muscolari, soprattutto quelli derivanti da uno sforzo fisico eccessivo in seguito ad una performance agonistica. Questa tecnica richiama il sangue nelle zone dove è stata posizionata la coppetta, migliorando la circolazione nei punti strategici. É consigliata per sintomi dolorosi derivanti da freddo, traumi o umidità. É stato riscontrato che il massaggio con coppettazione è estremamente efficace anche contro i problemi respiratori o ginecologici. Tale tecnica agisce inoltre sul sistema nervoso, alleviando i sintomi dell’ansia, dell’insonnia, dello stress e della depressione.

Le controindicazioni della coppettazione

La coppettazione ha delle controindicazioni? Sono molto poche e non particolarmente fastidiose. Dopo il trattamento compaiono sulle zone trattate delle macchie di colore rosso-violaceo, ma scompaiono nel giro di pochi giorni. La coppettazione però è poco indicata in determinate situazioni. Viene infatti sconsigliata in presenza di astenia, in gravidanza o in patologie croniche che possono causare spossatezza, pelle flaccida, dermatosi o malattie del sangue.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Non sai che musica mettere durante i tuoi massaggi?Scarica ora la Nostra Selezione Musicale

Lascia la tua email qui e scarica GRATIS la nostra selezione di brani da massaggio

Non mostrarmi la possibilità di avere questa la musica da massaggio GRATIS